MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com

Amo tanto il mio ragazzo, ma non riesco più a stare bene

Salve dottore, sono 4 anni che sono fidanzata con un ragazzo stupendo che amo tantissimo , tre anni fa dovevo andare in vacanza per una settimana con la mia famiglia e lui non è venuto. Ho 20 anni. La settimana prima della vacanza iniziai a piangere , piangevo anche davanti a lui perché sentivo che in vacanza mi sarebbe mancato . Andai in vacanza e passai ogni minuto a piangere , però cercavo di accantonare queste emozioni negative dentro me , ma che tutta via non riuscivo, ho pianto sette giorni su sette, in più avevo ansia . Finita la vacanza il giorno in cui stavo tornando ero la ragazza più felice del mondo perché sarei stata con lui. Arrivato il pomeriggio è rientrata a casa il pianto tornò, era come se non ero mai tornata , come se ero ancora lì e piangevo tanto . Tutto questo mi ha portata a non sentire più emozioni e a mettere in dubbio ciò che provavo con lui. Io però sentivo di amarlo perché so che il mio amore non era finito anche perché non era successo nulla tra noi.Glilo dissi , gli dissi che stavo male , e lui ovviamente si preoccupò e iniziò un po’ ad allontanarsi più che altro perché avevo dei dubbi, ma io stavo male e volevo stare con lui, allora gli promisi che mi sarei rialzata è così fu, non ricordo come feci ma piano piano eliminai il pianto e l ansia e iniziai di nuovo a sentire emozioni. Sentivo forte che lo amavo . Di li tutto bene per 3 anni. La nostra relazione è stupenda , stiamo bene , siamo felici, lui è bellissimo. Un giorno tre settimane fa, non ci siamo visti per una settimana , poi vidi un post sul l’ansia dove c’era scritto che se non ascolti ciò che ti dice l’ansia essa tornerà più forte di prima. Da lì iniziai a pensare ai pianti , a tutta l’ansia e ai dubbi. È così i dubbi sul mio amore per lui tornarono. Tornò l’ansia , insomma un incubo. Io so che queste domande che ci sono nella mia testa “lo amo? Devo lasciarlo? Se l’ansia mi dice che devo lasciarlo allora devo lasciarlo? “ so che non sono vere , perché quando lo vedo mi emoziono , quando riesco ad allontanare questi pensieri io sento che lo amo . Quando sto con lui sto meglio anche se queste domande ci sono sempre cerco di non pensarci e di godermi lui.Ma quando tornano quelle domande quei dubbi sto male . So che lei non può dirmi cosa ho, e sicuramente mi dirà di parlare con qualche psicologo ma non ho possibilità economiche e nella mia zona la asl non offre questi servizi. Vorrei sapere solo cosa ne pensa riguardo ai miei dubbi . Io non voglio perderlo . È la cosa più bella che ho . E vorrei eliminare questi dubbi e stare tranquilla con lui.

      Antonio Dott. Miscia

      Salve credo, da quanto lei espone, che i suoi dubbi siano di natura anancastica ossessiva ed essi non vanno assolutamente medicalizzati perché è importante comprenderli profondamente nel loro significato. Le consiglio di attendere, se lei non ha la possibilità di contattare uno specialista, d’altra parte può essere  utile per lei una voce amica capace di ascoltarla senza giudicarla e di  accogliere la sua psiche in tutta la globalità . La saluto cordialmente.