MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com

Ansia

Buongiorno mi chiamo Claudia Nicolini ho 36 anni ,da agosto che ho avuto un infarto e qt lungo mi è stata tolta la paroxetina (dopo 12 anni) senza scalarla.

Nonostante però ogni tanto avevo l’ansia mattutina,vertigini spossatezza.

Subito dopo che l’effetto della paroxetina è svanita io ho cominciato ad avere paure nello stare sola( ora è passata) ma continuo ad avere ansia mattutina e pensieri bloccanti,e spesso vorrei evitare determinate situazioni.

Eseguo psicoterapia e assumo xanax da 0,50 per tre.

Chiedo consigli su come superare ..questo periodo.

Distinti saluti

      Antonio Dott. Miscia

      Salve, Claudia va bene effettuare psicoterapia con un terapeuta di fiducia, per lo Xanax avrei, invece, qualche riserva sull’uso prolungato per i  fenomeni di dipendenza psicofisica e di tolleranza ( cioè la necessità di aumentare le dosi per avere gli stessi effetti)  fenomeni che ,d’altra parte, sono comuni a tutte le benzodiazepine. Le suggerirei, invece,un percorso di ipnosi meditativa e regressiva che le permetterebbe di ridurre progressivamente la assunzione del farmaco dandole in mano le armi per poter reperire entro di sé la auspicata pacificazione emotiva. La saluto cordialmente.