MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com

Masturbazione

Buongiorno Dottore,ho un dubbio che mi assale da qualche tempo e vorrei avere un parere qualificato. Sono una donna di 32 anni e convivo da 2 anni col mio compagno di 3 anni più piccolo di me. Premetto che abbiamo sempre avuto un’attività sessuale frequente(4-5 rapporti a settimana) e appagante per entrambi, o questo è quello che ho sempre creduto. Da circa un mesetto mi sono accorta che il mio compagno si masturba e fin qui nulla di così anormale e insolito,credo. Il fatto strano è che succede sempre di mattina presto (tra le 5 e le 6)e lo fa accanto a me nel letto. Lui crede che io dorma, ma invece mi sveglio proprio a causa del dondolio del letto. Di norma mi sveglio 1-2 volte a settimana ma non posso dirle con certezza ogni quanto attua questa pratica perchè potrebbe essere successo altre volte senza che io me ne sia mai accorta!Dopo aver terminato l’atto ricade in un sonno profondo quasi immediatamente. Mi sono fatta mille domande a tal proposito cercando di notare dettagli che potessero essermi utili per capire. Per esempio negli ultimi mesi la frequenza dei rappoti è calata un pò(siamo sui 2-3 a settimana)ma di certo non mi ero fatta problemi,ora però lo associo alla masturbazione. Ho pensato addirittura che potesse essere un disturbo del sonno, ma ho scartato questa ipotesi perchè quando l’ho beccato la prima volta io non ho fatto finta di dormire (non avendo ancora capito che stesse succedendo)lui si sarà accorto che ero sveglia, si è alzato ed è andato a concludere in bagno….più sveglio di così!!! Ho provato anche a parlargli prendendo un pò alla lontana l’argomento, chiedendogli se gli capita di fare sogni erotici o se si masturba. Ho notato che tende a non parlarne volentieri,mi ha detto solo che gli capita di masturbarsi di rado,quando io sono via per qualche giorno. Vedendomi di fronte questo muro non so che fare. Comincio a credere che in realtà non lo soddisfo come dice..o che magari ha altre esigenze che non sono in grado di dargli.Secondo lei può essere questo un atteggiamento normale o faccio bene a farmi delle domande? A cosa può essere dovuto? La ringrazio per l’attenzione.cordiali saluti.

      Antonio Dott. Miscia

      Cara signorina,non è facile dare una risposta non conoscendo la soggettività del suo compagno, ma indubbiamente, nel vostro rapporto è è comparsa una valenza relazionale regressiva conseguenza di dinamiche intrapsichiche legate ad un cambiamento dell’immaginario erotico nella mente di lui, ad un ritiro narcisistico della sua libido che può avere cause svariate. L’unica soluzione potrebbe essere quella di venire, in qualche modo, a conoscenza delle problematiche insorte. per affrontarle insieme in un ambito relazionale improntato alla fiducia e all’ascolto. La saluto cordialmente. Antonio