MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com

Uscire da depressione dopo utilizzo di steroidi

Buonasera dottore,

Sono un ragazzo di 30 anni, sposato e con prole…..amante del benessere fisico e della linea a tal punto da farne una ragione di vita…..purtroppo sono caduto pure io ,dopo tanti anni trascorsi ad inseguire il mito del corpo perfetto, nella trappola degli anabolizzanti….. Tutto questo per 5 anni,tra alti e bassi e non sempre raggiungendo i risultati sperati….purtroppo(o forse per miracolo) a febbraio di quest’anno ebbi un malore a meta di una “terapia” con conseguenti attacchi di panico, ansia e depressione. La fortuna in tutto cio è quella di aver smesso,di aver deciso di farlo con decisione….e sopratutto di poter raccontare l accaduto,perche solitamente non c e ritorno per chi intraprende questa via folle. La sfortuna è che siamo a Luglio e il mio corpo è ancora sofferente,benché i valori ormonali siano in fase di ripristino: FSH,LH e testosterone totale seppure leggermente sopra il minimo,sono cmq nella norma e le dirò di più, rispetto alle analisi di febbraio tali valori (leggermente sopra lo zero!!) si sono quadruplicati,tanto è vero che secondo l andrologo bisogna resistere e non intervenire chimicamente affinché il ripristino continui senza farmaci…..tuttavia ci sono giorni in cui mi sento ansioso,agitato…..depresso(volevo farla finita)…..a volte mi sento stanco,privo di energie…. Ho forti giramenti e mal di testa e non vedo via d uscita..a volte invece mi sento bene e riesco ad allenarmi senza problemi …l andrologo non ha ravvisato danni fisici, l endocrinologo ritiene che le cose stiano andando per il verso dovuto e bisogna resistere….questa depressione sembra sia transitoria fino a quando il corpo si ripristini fisiologicamente e passi la dipendenza….. Lei cosa può suggerire a me e a tutti coloro che hanno sbagliato??come si può curare questo stato depressivo che sembra essere scaturito da scompensi ormonali?? Il consiglio primario è di non avvicinarsi a tali schifezze, ma cosi salviamo chi sta per iniziare…..e per chi ormai è caduto?? Qual è lo specialista a cui fare riferimento? Esiste un modo per venirne fuori? la medicina moderna purtroppo non sembra essersi adeguata a questo tipo di disagio dato dai farmaci, sembra difficile trovare chi mastica bene questa materia. Il tempo è denaro e a volte guadagnarlo può portare a salvarsi la vita…..grazie e spero di essere stato utile a chi leggerà e sopratutto di non aver sbagliato pagina!:)

      Antonio Dott. Miscia

      Salve, lo specialista a cui fare riferimento è uno psicoanalista magari anche esperto in ipnosi clinica. E’ opportuno prestare attenzione al fatto di non confondere la causa con l’effetto. Il problema, certamente, nel suo caso, deriva anche dal danno apportato dagli anabolizzanti, danno che ,peraltro, sta via via regredendo, ma è opportuno focalizzare la attenzione sulla situazione psichica che ha portato lei ad un uso intensivo di tali farmaci, consapevole dei danni che potevano provocare. Depressione, narcisismo, onnipotenza, istinto di morte, e tante altre dinamiche possono  essere sottese a quella che è una vera e propria tossicodipendenza. Ora, dato che lei ne sta uscendo, fintantoché non avrà sanato lo stato psichico sottostante, non si potrà dire che il quadro psicopatologico sia stato risolto in modo definitivo.

      La saluto cordialmente