Disturbi impulsivi e compulsivi

Disturbi compulsivi –impulsivi
Lo spettro dei disturbi impulsivi e compulsivi rappresentano gli estremi di un continuum che va da una tendenza alla sovrastima del pericolo e all’evitamento del rischio da un lato, a una ridotta percezione della pericolosità di determinati comportamenti e a una elevata ricerca di situazioni nuove, eccitanti e pericolose all’opposto. Generalmente compaiono nel corso dell’adolescenza
Nei disturbi compulsivi, quali l’anoressia nervosa e il disturbo da depersonalizzazione, ci sono condotte ripetitive, a causa delle resistenze del soggetto, e hanno come funzione principale la riduzione dell’ansia e della tensione; i comportamenti impulsivi, quali i disturbi di personalità, i disturbi del controllo degli impulsi, la piromania, la cleptomania, il gioco d’azzardo patologico, le compulsioni sessuali, sebbene meno ripetitivi, sono vissuti come fortemente piacevoli nonostante o forse proprio per la pericolosità in essi insita, e per tale ragione tendono a essere rimessi più volte in atto. Giocare d’azzardo,spendere soldi in modo irresponsabile,fare abbuffate,abusare di sostanze
guidare spericolatamente,coinvolgersi in rapporti sessuali non sicuri e anche le dipendenze da nuove tecnologie (internet, telefonino).
Si caratterizzano per la presenza di comportamenti volti alla ricerca del rischio, ridotta capacità di evitamento del pericolo e scarsa ansia anticipatoria. Questi disturbi sono caratterizzati da comportamenti che inducono piacere anche se le conseguenze di tali comportamenti possono essere dolorose e sono caratterizzati dal’incapacità a ritardare o ad inibire la messa in atto di comportamenti ripetitivi.
Inoltre spesso non è possibile una netta distinzione tra i due tipi di disturbi. Alcuni disordini possono avere sia aspetti impulsivi che aspetti compulsivi o essere a metà tra i due poli estremi. Così pazienti con tricotillomania e gioco d’azzardo patologico possono avere sia sintomi impulsivi che compulsivi in quanto il loro comportamento può sia soggiacere all’impulso di ridurre una tensione sottostante sia indurre il soddisfacimento di un piacere.
Terapie di elezione sono la psicoanalisi e l’ipnosi. Può essere opportuno il lavoro ipnotico per creare un aumento degli spazi psichici attraverso la trance,depotenziando la tendenza impulsiva a cui associare un lavoro psicoanalitico che, attraverso la creazione di un trasfert positivo, possa permettere la introiezione stabile di oggetti bonificati consentendo una risoluzione soddisfacente del conflitto psichico.