MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com - Aperto Luglio e Agosto

Pornografia e incesto

Salve sono una ragazza di 30 anni, sto col mio ragazzo da 3 e mezzo e conviviamo da un anno quasi. Abbiamo sempre avuto una vita sessuale molto attiva, solo che ho scoperto che all’inizio della relazione guardava i porno tutti i giorni, anche più volte al giorno. Attualmente lo fa di meno, perché conviviamo e mi trova a casa ma spesso la fa in pausa pranzo a lavoro quando non ha occasione. Questa frequenza mi preoccupa visto che la nostra vita sessuale è stata sempre molto attiva. Per di più ho scoperto che guarda sopratutto video di incesto padre figlia. O di padri che si scambiano le figlie. Comunque le ricerche principali sono sull’incestl e su ragazze molto giovani, teen agers. La cosa mi preoccupa molto oltre che schifarmi e mi mette anche molto nervoso perché più di una volta mi ha detto che tra le 3 cose che lo fanno arrabbiare di più in assoluto prima tra tutti c’e la figura del vecchio che ci prova e che si tromba la ragazza giovane. Un’ipocrisia che non comprendo, non avendogli neanche mai chiesto nulla a proposito. Cosa devo pensare a proposito

      Antonio Dott. Miscia

      Salve, è possibile che , nel ragazzo, esista una forma di scissione dell’Io con una parte adattata e ben funzionante , che gli permette quella vita sessuale molto attiva con lei, a cui lei fa cenno, e una parte regressiva legata a fantasie incestuose. Per comprendere queste ultime, però, sarebbe necessaria una esplorazione psicoanalitica profonda, che è difficile che egli voglia compiere, dato che le due parti psichiche sono tenute ben separate e, inoltre, scaricate attraverso il soddisfacimento istintivo, regressivo e non, e non si crea perciò uno stato di sofferenza e conflittualità che potrebbe portarlo ad esplorare se stesso.Sarebbe importante comprendere il significato della immagine del vecchio che si accoppia alle giovani in relazione ai suoi vissuti pregressi, in rapporto alle figure di riferimento e al clima dell’ambiente famigliare nei suoi primi anni di vita. La saluto cordialmente