MENU

cell. 339 8560940

antonio.miscia@gmail.com

Scissione e disturbo borderline

Nel 2008 mi sono rivolta ad uno psichiatra per sbalzi d umore e dca (anoressia convertita in bulimia con via di eliminazione) e a seguito di test effettuati mi ha diagnosticato un disturbo borderline di lieve entita. A distanza di 5 anni ho avuto la netta sensazione che qualcosa in me stesse cambiando…sono dimagrita (ho perso 60 kg in 6 mesi), praticamente senza accorgermene o meglio senza alcuno sforzo o sacrificio, e una parte di me che io identificavo come lato oscuro e venuta fuori prepotentemente (sento il bisogno di avere piu partner sessuali e avevo desiderio sessuale continuamente e anche molto disinibito(anche 5 volte al g + autoerotismo)… Premetto che sono sterilizzata e non ho ben metabolizzato la cosa, ma da allora ho la sensazione dinon conoscermi affatto e che altri parti di me possano emergere da un momento all’altro, parti che forse ho represso in gioventu (ho 35 anni) per via di un educazione troppo severa e bigotta (primo dca a 15 anni, conflitto acceso con mia madre, tentativi di suicidio in adolescenza, non ora) adesso ho la sensazione di non attaccamento anche verso i miei figli (altri elementi: Ipotiroidismo congenito, fratello tossicodip morto suicida a 21 anni (io ne avevo 6) e forte conflitto con mio marito per separazione non accettata da lui. E meglio o psichiatra o psicologo in questo caso?

      Antonio Dott. Miscia

      Salve, dato il quadro che lei espone è preferibile uno psichiatra psicoanalista esperto magari in ipnositerapia , ma deve essere soprattutto una persona che riscuota la sua fiducia. Un cordiale saluto.