Ansia e attacchi di panico

L’ansia è uno stato di tensione permanente senza oggetto ma che trova qualunque pretesto per concretizzarsi.
Il soggetto è preso dal timore per evenienze spiacevoli che possono riguardare lui stesso o i suoi cari e, di conseguenza, alla ricerca di rassicurazioni.
Ha una personalità fragile, molto vulnerabile di fronte alla prospettiva o al concretizzarsi di lutti e abbandoni.
L’ansia diffusa può sfociare in attacchi di panico che si presentano con sintomi fisici tali che, spesso, vengono chiamati i servizi di assistenza urgente.
Si presentano con:
1) Manifestazioni cardiovascolari, palpitazioni, tachicardia, extrasistoli, dolori precordiali simulanti, infarto o angina.
2) Manifestazioni a livello dell’apparato digerente con dolore gastrico, addominale, singhiozzo, fame e sete parossistiche.
3) Manifestazioni respiratorie, eccessi di tosse nervosa, sensazioni di oppressione toracica con difficoltà respiratoria etc.
Inoltre cefalee, lombalgie, prurito, tremori, ronzii, vertigini, svenimenti.